Question time su vasca liquami sulla spiaggia del Pilone, Galletti risponde a Matarrese

Ho portato all’attenzione del Governo, in sede di question time in Commissione Ambiente, la situazione determinatasi per la prospettata costruzione di una vasca di sollevamento a ridosso della bellissima spiaggia del Pilone, sulla costa brindisina, adiacente al Parco Regionale delle Dune e al confine del Sito di importanza comunitaria IT9140002 “Litorale brindisino”. Ho infatti condiviso le proteste dei cittadini ed ho chiesto se il sito prescelto nella progettazione sia idoneo ad ospitare tale opera e se sia conforme alle normative vigenti in materia paesaggistica e di protezione degli habitat naturali.

Il Ministro dell’Ambiente, nel rispondere alla mia interrogazione ha ribadito che il progetto ha già ottenuto i previsti pareri e le autorizzazioni dagli enti preposti ed ha dichiarato che la Direzione Generale del Ministero ha richiesto uno specifico approfondimento sulle verifiche ex articolo 6 della Direttiva 92/43/CEE “Habitat” in materia di valutazione di incidenza ovvero sul procedimento di carattere preventivo al quale è necessario sottoporre il progetto allo scopo di valutare eventuali incidenze significative su un sito protetto della rete Natura 2000, con l’intento di salvaguardare l’integrità dei siti garantendo l’equilibrio tra la conservazione degli habitat e delle specie e l’uso sostenibile del territorio.

In ogni caso, il Ministro ha evidenziato che il progetto ha ottenuto pareri favorevoli dal Servizio Assetto del Territorio della Regione Puglia, del Servizio Ecologia della Provincia di Brindisi, della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici della provincia di Lecce e Taranto, della Soprintendenza per i beni archeologici della Puglia e della Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Puglia. È stata inoltre rilasciata l’attestazione di compatibilità paesaggistica con delibera di giunta regionale all’Acquedotto Pugliese che ha ribadito l’impossibilità a reperire soluzioni alternative.

Nel rispetto delle leggi, resta comunque da fare una considerazione e cioè che questa importante opera per l’infrastruttura fognaria è prevista proprio dove non ci dovrebbe essere ovvero in un’area di pregio e di grande interesse turistico.

Scontenta i cittadini e penalizza l’economia del turismo della zona e credo siano due buone motivazioni per individuare una migliore soluzione tecnica più compatibile con il paesaggio.

Di seguito la risposta del Ministro dell’ambiente al mio question time.

Comment ( 1 )

  1. ReplyChristine

    Certo, come no?! Una vasca liquami sembra assolutamente in armonia con queste zone di bellezza naturale e acqua cristallina. L'atteggiamento degli enti preposti e' semplicemente vergognoso, il fatto che enti che dovrebbero proteggere l'ambiente invece ne hanno semplicemente approvato la costruzione e' una testimonianza della loro corruzione e inettitudine. La gente in Italia deve cominciare a protestare e a farsi sentire molto di più!

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.