Question Time su Piano Juncker, Lupi a Matarrese e Galgano: «Nessun progetto nel piano per prevenire il dissesto idrogeologico».

Il Piano Juncker non contiene alcun tipo di progetto per prevenire il dissesto idrogeologico in Italia.
Così ha risposto il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti al Question time presentato a mia prima firma in Commissione Ambiente con l’on. Adriana Galgano.

Il Ministro ha spiegato che la logica di selezione e di filtro alla presentazione dei progetti da parte degli stati membri ha consentito di indicare all’interno del piano solo proposte relative a 5 aree di intervento che puntano quasi tutto sullo sviluppo della rete TEN-T ovvero la linea di finanziamento della Commissione Europea per l’espansione delle Reti Transeuropee di Trasporto.

In particolare, i progetti inseriti nel piano Juncker, individuati da una task force messa a punto tra Commissione europea e BEI, della quale ha fatto parte lo stesso Ministero, prevedono interventi sui valichi, sugli assi della rete ferroviaria inseriti nel core network delle reti TEN-T, sugli assi portanti della rete viaria inseriti nella core e nella comprehensive netowrk delle reti TEN-T, sulle aree metropolitane inserite nei corridoi TEN-T e sui nodi logistici core inseriti nel programma TEN-T.

In particolare, per la Puglia sono stati indicati i seguenti interventi: corridoio Napoli – Bari , Variante Napoli-Cancello, Raddoppio Cancello-Frasso; Telesino, Raddoppio Frasso Telesino-Vitulano, Nodo di Bari: Bari sud-Bari C.le-Bari Torre a Mare, Raddoppio Bovino-Orsara linea ferroviaria.

Pur riconoscendo l’importanza strategica dei progetti relativi alle reti infrastrutturali europee, siamo fermamente convinti della necessità dell’Italia di dover beneficiare dei fondi previsti dal piano Juncker anche per prevenire i fenomeni di dissesto idrogeologico, che interessano drammaticamente il nostro Paese.

Insisterò quindi nella richiesta a partire dalla discussione nelle commissioni parlamentari competenti, affinché si riesca ad arricchire questo piano di impegni concreti per consentire l’attuazione di interventi di prevenzione sul dissesto idrogeologico.

In ogni caso, il Ministro ha evidenziato che la Comunità Europea il 9 dicembre 2014 ha pubblicato l’elenco di oltre 2000 progetti a livello europeo tra i quali figurano anche progetti relativi al dissesto idrogeologico in Italia per un importo di 7,6 miliardi di euro nel triennio 2015-2017.

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.