La ricetta Montezemolo per la ripresa del Paese: uno shock di competitività

Sintetizzo di seguito i punti cardine della “ricetta Montezemolo” per la ripresa dell’Italia che sono contenuti nel suo ampio intervento di oggi sul Corriere della Sera che potete leggere integralmente cliccando qui.

1) Piano strategico nazionale che possa far ripartire la “crescita economica del Paese” attraverso uno shock di competitività;

2) Istituzionalizzare la responsabilità dei Ministri in relazione all’operato svolto nei propri dicasteri adottando un sistema di misurazione degli obiettivi da raggiungere;

3) “Agganciare la ripresa immeditamente” attraverso l’aumento del deficiti pubblico di 1 punto e mezzo di PIL che consenta il taglio del cuneo fiscale e dell’IRAP, ovvero di tasse sull’impresa e sul lavoro, di 20 miliardi di euro. Il rientro del deficit deve essere assicurato da tagli di spesa NON lineari in 4 anni e dalla maggior crescita prevista. Nessun aumento del deficit potrà essere consentito se non per la diminuzione di tasse sul lavoro e sull’impresa;

4) Implementazione del “Piano Bancoro” che tende ripatrimonializzare il sistema bancario, mettendolo in grado di riattivare il credito alle imprese, e di generare un significativo introito per lo Stato da destinare agli investimenti;

5) Emanazione di un Decreto Legge su concorrenza, liberalizzazioni, semplificazioni e mercato del lavoro, e il trasferimento immediato in un veicolo ad hoc di tutti i beni e le partecipazioni pubbliche (locali e nazionali) da dismettere.

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.